• Il tempo dell’attesa

    L’amore sa aspettare, aspettare a lungo, aspettare fino all’estremo. Non diventa mai impaziente, non mette fretta a nessuno e non impone nulla. Conta sui tempi lunghi. Dietrich Bonhoeffer La gravidanza è un periodo molto importante nella vita della mamma e della coppia, da molti definito sacro: in questa fase l’uomo e la donna progettano insieme il mondo fisico, emotivo e culturale che accoglierà il nuovo nato.Quei 9 mesi sono il tempo necessario per portare il bambino dal concepimento alla nascita.Ma si sa che quando la madre ed un padre generano un figlio, un figlio genera la madre ed il padre.In questo senso la gravidanza è il tempo necessario per concepire…

  • La mente assorbente

    Il bambino non è un vaso da riempire, ma una sorgente da lasciar sgorgare Maria Montessori I bambini tra i 0 ed i 6 anni hanno una mente diversa da quella degli adulti. Maria Montessori, nota educatrice, pedagogista, filosofa, medico, neuropsichiatra infantile e scienziata italiana, internazionalmente nota per il metodo educativo che prende il suo nome, la chiama la “mente assorbente” paragonandola a una macchina fotografica che può catturare in ogni istante qualunque immagine conservandone tutti i dettagli. Questa mente ha la caratteristica di assorbire gli elementi presenti nell’ambiente di vita del bambino: attraverso l’esperienza il bambino immagazzina elementi senza il minimo sforzo, quali le norme, le lingue e le…

  • Il cestino dei tesori

    La parola tesoro suggerisce l’idea di qualcosa di bello e prezioso, gli oggetti devono riflettere questa qualità anche se sono maneggiati dalle piccole mani di un bebè Elinor Goldschmied Da sei mesi circa fino ad un anno, quando il bambino riesce a stare seduto da solo, aumenta la sua curiosità ed inizia ad esplorare il mondo che lo circonda: in questo periodo, infatti, ogni bambino ama afferrare gli oggetti che vede nel suo raggio di azione e portarli alla bocca per esplorarli. Per questo l’attività del cestino dei tesori è molto apprezzata, in quanto lo mette di fronte ad oggetti di uso comune ma per lui ancora misteriori. Il cestino…